La responsabilità sociale e ambientale per l’impresa di trasporto pubblico

PREMESSA

Con questo documento - rivisto, corretto ed esteso con un allegato tecnico che riporta i principali KPI (indicatori-chiave) per il settore - ASSTRA intende supportare le proprie aziende associate nell’articolato percorso di adozione della cultura della CSR (Respon¬sabilità Sociale d’Impresa).
Si impone oggi alle aziende una maggiore e più raffinata coscienza e consapevolezza della propria missione, della propria attività e del proprio processo produttivo.
L’adesione ai processi che permettono di perseguire gli obiettivi di sviluppo sostenibile fissati dall’ONU e la rendicontazione corretta del proprio impegno quotidiano, consentono all’azienda di aprire nuovi scenari di business.
Tuttavia il processo di adesione ad una logica fino ad ora secondaria, perché ritenuta non indispensabile, alle tecniche ed al linguaggio di rendicontazione, richiede impegno affinché queste siano adottate dalle organizzazioni aziendali.
Per questa ragione ASSTRA ha voluto, attraverso un apposito gruppo di lavoro, tracciare delle linee guida ed elencare gli indicatori da utilizzare per il settore del trasporto pubbli¬co, in modo da fornire alle aziende uno strumento di conoscenza sulla cultura della CSR e un manuale tecnico funzionale all’attività di rendicontazione.
L’associazione così vuole accompagnare il proprio sistema associativo in un percorso evolutivo che parte dalla stesura del Bilancio di Sostenibilità, quale primo strumento di Responsabilità Sociale d’Impresa, di cui ci si possa avvalere per rendicontare pubbli¬camente il proprio operato. Insieme al Bilancio Economico e Patrimoniale, il Bilancio di Sostenibilità è infatti la rappresentazione qualitativa, oltreché quantitativa, dei molteplici aspetti del servizio prodotto, che ha nei fattori economico-gestionali solo una parte delle informazioni dovute ai cittadini: da un lato, un report rivolto ai portatori d’interesse (clienti, comunità locale, dipendenti, azionisti, fornitori, ecc.), capace d’integrare le informazioni fornite dalla contabilità economica con gli aspetti ambientali, etici e sociali che qualificano le modalità con cui un’azienda persegue i propri fini istituzionali; dall’altro, uno strumento che consente di dotare l’azienda e ogni suo operatore di dati utili a comprendere meglio il valore del proprio impegno, i risultati ottenuti, le criticità presenti e quindi fissare nuovi obiettivi per migliorare, avendo al centro l’attenzione per i cittadini e per le comunità per le quali operiamo.

https://www.dropbox.com/s/b0mpvk6h4atx1is/01LineeGuidaIndicatoriPerLaStesuraDelBilancioDiSostenibilita.pdf?dl=0