Stampa

GIBELLI (ASSTRA): COVID-19, DPCM 11 giugno, buone notizie per il trasporto pubblico, condizioni di utilizzo piĆ¹ flessibili senza intaccare la sicurezza per gli utenti.

12/06/2020

Con le ultime disposizioni del Governo (DPCM 11 giugno)  in tema di contrasto all’epidemia del COVID-19, le norme di utilizzo dei mezzi di trasporto pubblico locale si fanno più flessibili ammettendo la deroga al rispetto della distanza di un metro ove si privilegi il cd “allineamento verticale” dei passeggeri o ove si utilizzino separatori per i posti in affiancamento orizzontale. Consentendo in tal modo di poter giungere ad un coefficiente di riempimento massimo espressamente fissato fino al 60% dei posti totali indicati nella carta di circolazione

 Si tratta di un importate passo avanti rispetto alle misure precedenti. Le nuove disposizioni per i mezzi di trasporto pubblico coniugano sicurezza del viaggio, esigenze della domanda e capacità dell’offerta di servizi. Diamo atto al Ministro dei Trasporti di aver accolto le istanze provenienti dal mondo dei gestori dei servizi di trasporto pubblico. La misura adottata consente, infatti, di soddisfare la crescente domanda di mobilità assicurando il mantenimento delle condizioni di sicurezza sanitaria del viaggio e consentendo agli operatori una gestione più efficiente del processo produttivo. Elemento quest’ultimo non secondario considerate le ingenti perdite che il settore sta affrontando e si troverà ad affrontare nei prossimi mesi.

Ora, soprattutto in vista della riapertura delle attività didattiche, occorre intervenire con decisione e con anticipo sulla revisione degli orari delle attività economiche e produttive così da consentire una migliore distribuzione dei flussi della domanda nell’arco della giornata”.

Così Andrea Gibelli, il presidente dell’associazione nazionale trasporti pubblici locali, ASSTRA.

Ufficio Stampa - Antonietta Argilli
329 90.26.942 - 06.60.35.49